Lingua sanscrita I-II-III

Anno Accademico:2022/2023
Docente:Sferra Francesco
Settore Disciplinare:L-OR/18 – Indologia e tibetologia

A. Descrizione dell’insegnamento
DOCENTE: Prof. Francesco SFERRA
INSEGNAMENTO /ATTIVITÀ: Lingua sanscrita 1-2-3
SETTORE SCIENTIFICO-DISCIPLINARE: L-OR/18
CORSO/I DI STUDIO: AF, Cp, AO, MAA (I, II, livello base), MAO (I, II, livello base)
CFU: 8, 6 (AO)
PARTIZIONAMENTO: nessuno
TEACHING/ACTIVITY: Sanskrit Language (BA)
PREREQUISITI
nessuno
PROPEDEUTICITÀ
nessuna

B. Obiettivi formativi / metodologia didattica
RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
I ANNO: Conoscenza delle strutture sintattico-grammaticali di base della lingua sanscrita
II ANNO: Conoscenza complessiva a livello elementare della lingua sanscrita
III ANNO: Conoscenza complessiva a livello intermedio della lingua sanscrita

CAPACITÀ DI APPLICARE CONOSCENZA E COMPRENSIONE
I ANNO: Obiettivo del corso è di introdurre i principali argomenti della grammatica sanscrita in modo da rendere gli studenti capaci di riconoscere le strutture fondamentali di un testo sanscrito e permettere loro la lettura delle opere più semplici. Sono previsti la lettura e il commento di brani tratti dalla letteratura narrativa, poetica e filosofico-religiosa indiana (Bṛhadāraṇyakopaniṣad, Hitopadeśa, Pañcatantra, Bhagavadgīta ecc.) che, in sede d’esame, lo studente dovrà dimostrare di saper tradurre e spiegare.

The course aims at introducing the main topics of Sanskrit grammar in order to enable students to recognize the fundamental structures of a Sanskrit text and allow them to read the most simple works. Excerpts from poetical, philosophical and religious Indian literature (Bṛhadāraṇyakopaniṣad, Hitopadeśa, Pañcatantra, Bhagavadgīta etc.) will be read and explained. During the final examination the student will have to translate and explain these passages.

II ANNO: Gli studenti approfondiranno le loro conoscenze grammaticali e linguistiche attraverso la lettura e il commento in classe di testi più complessi dal punto di vista morfosintattico. Con essi sarà possibile trattare più a fondo alcuni argomenti grammaticali, anche alla luce delle speculazioni filosofiche dei grammatici indiani. Il corso intende familiarizzare ulteriormente gli studenti con le diverse varietà della lingua sanscrita. A tale scopo si prevede la lettura di alcuni brani tratti dalla letteratura esegetica e da quella scientifica e tecnica. È prevista l’introduzione allo studio di testi inediti preservati in manoscritto. Lettura della Nyāyabinduṭīkā di Dharmottara (sezione 3).

Students will deepen their knowledge of Sanskrit grammar and language through the reading of texts that are more complex from the morphosyntactical point of view. Some arguments will be treated more deeply, especially in the light of Indian grammarians’ philosophical speculations. The course aims at familiarizing students with the different varieties of the Sanskrit language. For this purpose, excerpts from the exegetical literature and from scientific and technical works will be read and explained. Some lessons will focus on Indian palaeography and the theory and practice of textual criticism. Excerpts from the Nyāyabinduṭīkā of Dharmottara (section 3) will be read and explained during the course.

III ANNO: Gli studenti approfondiranno ulteriormente le loro conoscenze grammaticali e linguistiche attraverso la lettura e il commento in classe di testi più complessi dal punto di vista morfosintattico e attraverso la composizione di brevi strofe in sanscrito. Il corso intende familiarizzare ulteriormente gli studenti con le diverse varietà della lingua sanscrita. A tale scopo si prevede lo studio di testi inediti preservati in manoscritto. Lettura di parti della Rājataraṅginī di Kalhaṇa.

Students will further deepen their knowledge of Sanskrit grammar and language through the reading of texts that are more complex from the morphosyntactical point of view and through the composition of short stanzas in Sanskrit. The course aims at familiarizing students with the different varieties of the Sanskrit language. Some lessons will focus on Indian palaeography and the theory and practice of textual criticism. Parts of the Rājataraṅginī of Kalhaṇa will be read and commented during the course.

ULTERIORI RISULTATI DI APPRENDIMENTO ATTESI
Autonomia di giudizio:
Al termine del terzo anno ci sia aspetta che lo studente sia in grado di porsi criticamente di fronte a un testo a stampa e rendersi conto di eventuali problemi in esso presenti (ad es. refusi, errori del curatore).
Abilità comunicative:
Al termine del terzo anno lo studente dovrà essere in grado di fare brevi composizioni in sanscrito e di comprendere frasi semplici esposte oralmente dal docente.
Capacità di apprendimento:
Al termine del terzo anno lo studente dovrà essere in grado di svolgere in autonomia letture di testi di difficoltà media.


METODOLOGIA DI INSEGNAMENTO
Il corso di lingua sanscrita prevede lezioni frontali annuali e attività seminariali:
1. Nozioni grammaticali di base — 20 ore (solo per il primo e per il secondo anno)
2. Lettura di testi — 20 ore (per il primo e il secondo anno) / 40 ore (per il terzo anno)
3. Esercitazioni — 8 ore


C. Programma /testi di riferimento
ELENCO DEGLI ARGOMENTI
I anno
1. Cenni sulla storia della lingua sanscrita
2. La lingua sanscrita nel contesto culturale indiano e asiatico
3. Introduzione allo studio della lingua sanscrita e delle sue varianti
4. Introduzione alla fonetica sanscrita
5. L’alfabeto devanagari
6. La frase e i suoi costituenti
7. La gradazione vocalica
8. Formazione dei nomi e degli aggettivi
9. Le declinazioni
10. Le forme nominali del verbo
11. I pronomi relativi e determinativi
12. I pronomi indefiniti
13. I pronomi personali
14. Gli avverbi
15. I numerali
16. I preverbi
17. La composizione nominale
18. Il verbo: la radice verbale; tempi, modi, numeri e persone
19. Le coniugazioni e le classi verbali
20. Sistema di flessione
21. Il passivo
22. Il futuro
23. L’imperfetto
24. Esercizi di traduzione di frasi e di testi semplici

II anno
1. Ottativo
2. Desiderativo
3. Aoristo
4. Costruzioni perifrastiche
5. Altre strutture linguistiche e sintattiche
6. Cenni di metrica
7. Esercizi di traduzione di frasi e di testi di difficoltà intermedia

III anno
1. Lettura di testi sanscriti più complessi
2. Esercizi di traduzione di testi complessi
3. Esercizi di composizione in sanscrito


TOPICS
1st year
1. Notes on the history of the Sanskrit language
2. The Sanskrit language in the Indian and Asian cultural context
3. Introduction to the study of the Sanskrit language and its variants
4. Introduction to Sanskrit phonetics
5. The devanagari alphabet
6. The sentence and its constituents
7. The vocal gradation
8. The formation of names and adjectives
9. The declinations
10. The nominal forms of the verb
11. Relative and determinative pronouns
12. Undefined pronouns
13. Personal pronouns
14. Adverbs
15. Numerals
16. Preverbs
17. The nominal composition
18. The verbal system: mode, time, number etc.
19. The conjugations and the verbal classes
20. Flexion system
21. The passive
22. The future
23. The imperfect
24. Translation of simple texts

2nd year
1. Optative
2. Desiderative
3. Aoristo
4. Periphrastic constructions
5. Other linguistic and syntactic structures
6. Overview of metrics
7. Exercises of translation of sentences and texts of intermediate difficulty

3rd year
1. Reading of more complex Sanskrit texts
2. Translation exercises of more complex Sanskrit texts
3. Sanskrit composition exercises

TESTI DI RIFERIMENTO /BIBLIOGRAFIA
Aklujkar, A., Corso di Sanscrito, a cura di R. Torella, Milano, Hoepli, 2011.
Speijer, J.S., Sanskrit Syntax, Leiden 1886, Delhi 1973 (numerose ristampe).

Uno a scelta tra i seguenti testi:
Burrow, T., The Sanskrit Language, London 1973.
Deshpande, M.M., Sanskrit & Prakrit. Sociolinguistic Issues, Molial Banarsidass, Delhi 1993.
Seyfort Ruegg, D., Contributions à l’histoire de la philosophie linguistique indienne, Paris 1959.

D. Accertamento del profitto
MODALITÀ DI ACCERTAMENTO DEL PROFITTO
Si consiglia di frequentare le lezioni. L’esame sarà sia scritto (traduzione di un brano semplice o di media difficoltà, a seconda della annualità seguita dallo studente, da svolgersi nel corso di 4 ore) sia orale. Quest’ultimo prevede la lettura e il commento linguistico dei testi sanscriti letti nel corso dell’anno o concordati con il docente.

Lingua in cui si svolge l’esame: italiano / inglese /sanscrito.
Criteri di valutazione: comprensione della lingua e delle strutture grammaticali, abilità di analisi e sintesi dei contenuti, completezza d’informazione, uso corretto della terminologia.


Categorie:Y03.03- III Anno

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: