Misteri lucani: Anna Esposito

newAnna_Esposito

Misteri lucani: Anna Esposito

Anna Esposito, nata a Cava de’ Tirreni (Salerno), 35 anni, separata, due bambine, era alla guida della «squadra politica» della questura potentina dal 1998. Prima donna ad assumere quell’incarico. Venne trovata nel suo appartamento di servizio nella caserma Zaccagnino a Potenza con la gola imbrigliata in un cinturone assicurato a una maniglia di una porta. Era il 12 marzo 2001.

Per i medici legali che all’epoca si occuparono del caso, «in assenza di lesioni traumatiche e presenza di sostanze alcoliche e tossiche nel sangue», la morte del commissario Anna Esposito era «compatibile» con il suicidio.

Ma la stessa autopsia, che confermò nello strangolamento la causa della morte, non potè non far rilevare l’atipicità di quel suicidio: perché i piedi della donna toccavano il pavimento, perché l’ansa di scorrimento della cinta (che misurava solo 93 centimetri) era posta anteriormente sul lato destro, mentre più normalmente avrebbe dovuto disporsi nella parte posteriore del collo. Vicino al cadavere fu trovata una penna, ma nessun foglio. Né biglietti con una qualche traccia che potesse spiegare il suicidio.

Le indagini della procura di Potenza misero a soqquadro la vita professionale e personale di Anna Esposito. In particolare furono passate al setaccio le ore antecedenti al momento presunto della morte. Furono vagliate diverse posizioni, in particolare di un giornalista con cui Anna aveva avuto una storia d’amore. Ma nulla portò a una direzione diversa da quella del suicidio. E così l’inchiesta fu archiviata.
Restarono molte domande senza risposte e molti dubbi.

La Procura del tribunale di Potenza ha riaperto il fascicolo nel luglio del 2013. Il gip del tribunale lucano Michela Tiziana Petrocelli ha dato al pubblico ministero, Sergio Marotta, sei mesi per indagare. Ipotesi: omicidio volontario.

Si va verso una “controperizia” ufficiale. Al centro ci sono i risultati degli esami effettuati dodici anni orsono da due dei più noti anatomopatologi sulla piazza: il direttore dell’Istituto di medicina legale dell’Università degli studi di Bari, Luigi Strada; e Rocco Maglietta, ex direttore della struttura complessa di Medicina Legale dell’Azienda ospedaliera San Carlo di Potenza, prestato da poco più di un anno come direttore generale della Azienda sanitaria di Matera.

La riapertura dell’indagine voluta dal pm potentino Sergio Marotta ha preso le mosse da una consulenza di parte commissionata dal padre del funzionario di polizia che solleva dubbi sulla possibilità che sua figlia si sia realmente suicidata. Alla base c’è lo studio di una serie di circostanze, oltre all’evidente “stranezza” di un gesto autolesionista di quel tipo. Anna Esposito infatti è stata ritrovata impiccata con una cinta alla maniglia della porta del bagno del suo appartamento. «Un’impiccagione atipica e incompleta», in gergo medico legale, in quanto la fibbia non sarebbe stata stretta sulla nuca, ma appena sotto l’orecchio destro, in più i colleghi della donna non avrebbero trovato il corpo sospeso a mezz’aria bensì «seduto sul pavimento», data l’esigua altezza della maniglia a cui era “appeso”.

A differenza dei consulenti di Vincenzo Esposito quelli incaricati dalla Procura avrebbero libero accesso all’intero fascicolo sul giallo della caserma Zaccagnino. Si apre la possibilità di una chiarimento di una vicenda che presenta molti lati oscuri.



Categorie:E07- Storia del Sud

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

CULTURE ASIATICHE - ASIAN CULTURES

STUDIES AND RESOURCES FOR HIGH SCHOOLS AND UNIVERSITY

IL CALEIDOSCOPIO

Per guardare il mondo con occhi diversi

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Filosofia / Theater Music Philosophy

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: