Liberate le Pussy Riot, ma loro dichiarano: questa amnistia è una farsa

Pussy Riot

Liberate le Pussy Riot, ma loro dichiarano: questa amnistia è una farsa

Le musiciste delle Pussy Riot Maria Alyokhina e Nadezhda Tolokonnikova sono uscite dal carcere grazie all’amnistia approvata il 19 dicembre dalla Duma russa. Avrebbero finito di scontare la loro pena a marzo 2014.

Le donne si trovavano in carcere dal marzo del 2012, quando sono state arrestate insieme all’altra musicista del gruppo (Yekaterina Samutsevich) e condannate a due anni di detenzione per comportamento violento e oltraggioso. A febbraio 2012, per protestare contro il regime di Vladimir Putin, le tre ragazze del gruppo punk erano entrate nella cattedrale di Cristo Salvatore a Mosca e avevano suonato sull’altare.

Le prime dichiarazioni. Parlando con la televisione indipendente Dozhd, Maria Alyokhina ha detto che comunque non ha cambiato idea sul presidente Vladimir Putin. “Questa amnistia non è un atto umanitario, ma una farsa. Se avessi potuto rifiutarla l’avrei fatto”, ha dichiarato Alyokhina.

“Sto parlando con lei al telefono, è stata rilasciata ora e sta andando all’aeroporto, ” ha detto l’avvocato di Nadezhda Tolokonnikova, aggiungendo che Nadia “vuole ringraziare tutti gli attivisti per i diritti umani che si sono battuti per la loro causa”.

Yekaterina Samutsevich invece è stata rilasciata il 10 ottobre 2012 e si trova in libertà vigilata.

Secondo gli analisti la grazia concesso da Putin ai suoi oppositori potrebbe servire a calmare le polemiche internazionali sullo stato dei diritti umani in Russia in vista delle olimpiadi invernali di Sochi, in programma a febbraio 2014.

Le Pussy Riot sono state descritte come un fenomeno superficiale ed effimero. Forse da qualcuno che non è mai stato nella Russia di Putin, in quell’insopportabile atmosfera di neo-imperialismo religiosamente ispirato. A me invece le Pussy Riot sono sempre piaciute. Praticano un femminismo estremo: non contro le cazzate che fanno gli uomini, ma direttamente contro le cazzate religiosamente ispirate del potere e di Putin. Violentemente punk, oltraggiosamente antireligiose.



Categorie:R08- Estetiche nomadi e anticonformiste

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Officina Galilei per il Teatro e la Musica

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

CULTURE ASIATICHE - ASIAN CULTURES

STUDIES AND RESOURCES FOR HIGH SCHOOLS AND UNIVERSITY

IL CALEIDOSCOPIO

Per guardare il mondo con occhi diversi

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: