India del Sud

India del Sud

L’India del sud è costituita da cinque Stati Federali e due arcipelaghi. Occupa il 19,31% della superficie della Repubblica Indiana.

  • Andhra Pradeshnato con criteri linguistici, la sua capitale è la città di Hyderabad. Si affaccia sul golfo del Bengala,  confina a nord con gli stati di Orissa, Chhattisgarh e Maharashtra, ad ovest con il Karnataka ed a sud il Tamil Nadu.
  • Karnataka confina a nord-ovest con il Maharashtra, a est con l’Andhra Pradesh, a sud-est con il Tamil Nadu, a sud-ovest con il Kerala ed a ovest confina con lo stato di Goa ed ha un lungo litorale sul mare di Oman. La capitale è Bangalore
  • Kerala Stato che occupa la fascia litoranea detta costa del Malabar, con capitale Trivandrum
  • Pondicherry. La sua struttura autonoma, simile a quella di una città-stato, deriva dalla storica caratterizzazione francese della città
  • Tamil Nadu confina con gli stati indiani di Pondicherry, Kerala, Karnataka e Andhra Pradesh e la sua capitale è Chennai
  • Laccadive è un arcipelago a 200 km dalla costa del Malabar con 13 isole di origine corallina di cui la più importante è Kavaratti.
  • Andamane e Nicobare Un arcipelago nel golfo del Bengala a 1250 km da Calcutta che costituiscono, dal punto di vista amministrativo un territorio dell’Unione indiana. Il turismo è soggetto a restrizioni e al rilascio di speciali permessi.

mappa-sud-india-soggiorno-mare

L’India meridionale occupa la parte peninsulare del paese nella regione dell’altopiano del Deccan ed è bagnata dal Mar Arabico ad ovest, dall’Oceano Indiano a sud e dal Golfo del Bengala ad est. La geografia della regione è diversificata, e comprende due catene montuose, i Ghati occidentali e i Ghati orientali, che abbracciano l’altopiano centrale. Godavari, Krishna, Tungabhadra e Kaveri sono i più importanti corsi d’acqua che solcano questa vasta regione.

Gli abitanti vengono indicati con l’appellativo di Indiani del Sud. La maggioranza degli indiani del sud parla una delle quattro lingue dravidiche – kannada, malayalam, telugu e tamil. Nel corso della sua storia, un certo numero di regni dinastici governarono parti dell’India meridionale le cui invasioni dirette verso l’Asia meridionale e il sud-est asiatico influenzarono la storia e la cultura di nazioni moderne quali Sri Lanka, Indonesia, Thailandia e Malesia. La regione venne colonizzata dalla Gran Bretagna e gradualmente incorporata nell’Impero Britannico.

Dopo aver registrato delle fluttuazioni nei decenni immediatamente successivi all’indipendenza indiana, le economie degli Stati dell’India meridionale hanno registrato incrementi superiori a quelli della media nazionale nel corso delle ultime tre decenni. Ma mentre in alcuni indicatori socio-economici si sono registrati significativi miglioramenti, disparità economica, analfabetismo e povertà continuano ad incidere negativamente nella vita della regione come nel resto del paese. L’agricoltura è il settore che garantisce il principale apporto al PIL, mentre l’Information technology (IT) è un settore in rapida crescita. La letteratura e gli stili architettonici, frutto di un’evoluzione che si dipana su oltre duemila anni di storia, si differenziano dalle altre regioni dell’India. La politica è dominato da piccoli partiti con portata regionale, a discapito dei grandi partiti politici nazionali.

Lo sviluppo economico si riflette su alcuni indicatori, come il tasso di fecondità; il tasso di fecondità è 1,9, il più basso fra tutte le regioni dell’India.

Oltre ai termini India meridionale e India peninsulare, la regione è stata conosciuta con una serie di altri nomi storici. Venne denominata la Deccan (una forma occidentalizzata della parola Dakhhin che è una corruzione della parola sanscrita dakshina che significa “Sud”). Attualmente questo termine si riferisce soltanto alla zona dell’Altopiano del Deccan, un altopiano vulcanico che copre la maggior parte della penisola indiana, escluse le zone costiere. Il Carnatic è un termine inglese derivato dalla parola Karnād o Karunād, che significa “paese nero”. I termini Karnād e Carnatic associati in particolare all’altopiano, si riferiscono a tutta l’India del Sud, comprese le coste orientali, le quali sono indicate con il nome di Costa Carnatica. Karnataka è un nome che deriva dalla stessa radice.



Categorie:00I- Atlante storico-geografico - Historical-geographical Atlas, G02- Storia dell'India - History of India

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

Storia delle Maschere e del Teatro popolare - Masks and Popular Theatre

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

ORIENTALIA [ORIENTE-OCCIDENTE]

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: