Milano- Comitati unitari di base, studenti e operai cassaintegrati contestano la prima della Scala

SCALA: MANIFESTAZIONE DAVANTI AL TEATRO CONTRO TAGLI

A mezz’ora dall’inizio del  Lohengrin di Wagner, alla Prima della Scala di Milano, nonostante freddo e neve, si è accesa la contestazione nei confronti dei rappresentanti del governo e delle istituzioni bancarie presenti all’evento. In particolare da un folto gruppo di antagonisti (militanti dei centri sociali milanesi e collettivi studenteschi) è partito il lancio di alcuni fumogeni indirizzato verso l’ingresso del teatro. Il gruppo si è concentrato sul lato destro della piazza, dove sono presenti la Cub, le delegazioni di numerose aziende in crisi e il ‘Partito Pirata’. I contestatori sono tenuti a distanza dall’imponente schieramento di forze dell’ordine e dalle transenne che occupano oltre la metà della piazza.

Proteste Scala 1

I Comitati unitari di base, Cub, hanno cercato di disturbare l’arrivo degli spettatori mettendo musica pop a tutto volume e lanciando slogan di altri tempi come “borghesia assassina”. Tutta la piazza, tuttavia, e’ transennata e i manifestanti sono stati costretti a piazzarsi ad alcune decine di metri. Stesse cosa per i ragazzi dei centri sociali, una cinquantina, che si sono piazzati davanti ad un cordone delle Forze dell’Ordine. Questi hanno lanciato verso l’entrata verdura, uova e qualche petardo.  Non ci sono stati ne’ incidenti ne’ attimi di tensione.

Oltre al premier, ha fatto il suo ingresso a teatro il solito parterre di vip, ministri e autorità. Tra gli altri  i ministri Giulio Terzi di Sant’Agata, Corrado Passera, Piero Giarda. Il giornalista Filippo Facci si è presentato indossando una maschera con il volto del direttore de Il Giornale’Alessandro Sallusti, perché, ha spiegato, «vorrei che anche lui fosse qui con noi». Poi gli esponenti del mondo dell’economia e della finanza come il presidente di Confindustria Giorgio Squinzi, Chicco Testa, Franco Bernabé, Federico Ghizzoni, il presidente di Confcommercio Carlo Sangalli, Alberto Bombassei, il presidente e l’ad di Expo 2015, Diana Bracco e Giuseppe Sala. All’ingresso principale anche personaggi della moda e dello spettacolo come Valeria Marini, lo stilista Renato Balestra, Carla Fracci e Marta Marzotto sono stati fotografati e ripresi da decine di giornalisti e fotografi mentre dietro le transenne c’è la protesta dei centri sociali e dei sindacati.

7.12.2012



Categorie:B05- Sindacato e Mondo del lavoro

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

Storia delle Maschere e del Teatro popolare - Masks and Popular Theatre

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

ORIENTALIA [ORIENTE-OCCIDENTE]

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: