Scampia, l’inferno sotto casa – Ormai si spara anche negli asili

La scuola materna a Scampia dove è avvenuto l'agguato di camorra

La scuola materna a Scampia (Napoli) dove è avvenuto l’agguato di camorra

L’ultimo agguato a Scampia segna una svolta nell’escalation del terrore.  Luigi Lucenti, 50 anni, è stato freddato dai sicari in pieno giorno,  l’agguato è scattato in via Fratelli Cervi, nel cortile della scuola materna «Eugenio Montale» del quinto circolo scolastico. L’uomo è stato inseguito dai sicari fin dentro il cortile dell’istituto, a pochi metri dall’ingresso principale. In due, con il volto coperto a bordo di uno scooter, lo avevano già colpito poco prima, in una strada adiacente. Raggiuntolo nella scuola dove il ferito cercava scampo, evidentemente pensando che gli assassini non sarebbero entrati anche lì, lo hanno invece ucciso con diversi colpi di arma da fuoco.

La scia di sangue della vittima nella scuola materna di Scampia

La scia di sangue della vittima nella scuola materna di Scampia

“I bambini della scuola materna di Scampia, dove Luigi Lucenti è stato ucciso, stavano cantando canzoni di Natale – ha scritto su Repubblica Roberto Saviano-  e fortunatamente non si sono accorti degli spari, gli insegnanti poi sono riusciti a farli uscire da un ingresso secondario. Cosa analoga accadde in Messico nel maggio 2011 quando, sentendo i colpi fuori dalla finestra, una maestra fece sdraiare come in un gioco i bambini sul pavimento della classe. Peppe Lanzetta questo territorio l’aveva definito un Messico napoletano e Scampia rimane un territorio dove ai bambini il cemento, e quindi la criminalità, ha sottratto ogni spazio, ogni speranza di bellezza. Ai bambini erano rimaste solo le loro scuole come baluardo, come fortino. Ma ora nemmeno lì sono più al sicuro, nemmeno quello è più il loro territorio”.

LE INDAGINI- Le forze dell’ordine stanno eseguendo controlli e perquisizioni e Scampia. Dalle prime ore del mattino carabinieri, polizia e Guardia di finanza, in un’ operazione coordinata, stanno setacciando una vasta porzione di territorio dei quartieri di Scampia e Secondigliano, ed i vicini Comuni di Casoria e Melito. Controlli come quest si succedono da settimane.

La polizia sta operando a Scampia anche nella Vannella Grassi, roccaforte del gruppo camorrista rivale degli «scissionisti». L’ agguato mortale contro Lucenti, ritenuto un uomo del gruppo Abbinante, una delle componenti degli «scissionisti», sarebbe stata una risposta – secondo una delle principali piste investigative – all’ omicidio del 21 enne Mirko Romano, boss emergente della Vannella Grassi.



Categorie:A08- Cronaca giudiziaria

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Officina Galilei per il Teatro e la Musica

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

CULTURE ASIATICHE - ASIAN CULTURES

STUDIES AND RESOURCES FOR HIGH SCHOOLS AND UNIVERSITY

IL CALEIDOSCOPIO

Per guardare il mondo con occhi diversi

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: