Annunciata la chiusura dell’Ilva di Taranto- Sciopero di 24 ore dei lavoratori e tensione

Veduta esterna dello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto
Veduta esterna dello stabilimento siderurgico Ilva di Taranto

Dalle 7 è iniziato lo sciopero proclamato da Fim, Fiom e Uilm all’Ilva di Taranto dopo l’annuncio dell’azienda di chiusura dello stabilimento in seguito ai provvedimenti di ieri della magistratura, tra i quali il sequestro dei prodotti finiti e semilavorati con divieto di commercializzarli. Lo sciopero durerà almeno 24 ore. Dinanzi alle portinerie sono in atto sit-in di lavoratori, mentre qualche momento di tensione si è registrato tra chi voleva entrare e chi invece invitava a scioperare. Ieri l’azienda ha anche comunicato la chiusura dell’area a freddo, facendo rimanere a casa i lavoratori di quell’area.

Il 26 novembre, nel pieno di uno scandalo ambientale e giudiziario, la direzione dell’Ilva ha annunciato che chiuderà lo stabilimento di Taranto.

L’azienda, dopo sette nuovi arresti e sequestri giudiziari di una parte dei prodotti, annuncia la chiusura dell’acciaieria più grande d’Europa. Cinquemila operai sono in sciopero dalla sette di questa mattina.

“La chiusura è un fallimento per il governo Monti che si è speso negli ultimi mesi per trovare un accordo tra i cittadini di Taranto, che chiedono maggiori garanzie per la salute, e l’azienda”, scrive l’agenzia France Press. I tarantini denunciano un’alta incidenza di tumori nell’area a causa delle emissioni tossiche dell’acciaieria.

Il primo ministro Mario Monti ha convocato una riunione tra i vertici dell’azienda e il governo, il 29 novembre, per scongiurare la chiusura.

La polizia ha arrestato sette persone con l’accusa di aver corrotto funzionari pubblici, per nascondere la tossicità delle emissioni.

I dirigenti non hanno chiarito quando dovrebbe avvenire la chiusura definitiva dell’impianto. All’Ilva lavorano circa 12mila operai e si tratta di una delle principali aziende nella provincia di Taranto.



Categorie:L20.06- Sindacato e Mondo del lavoro

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

NUOVA STORIA VISUALE - NEW VISUAL HISTORY

CULTURE VISIVE, SIMBOLICHE E MATERIALI - VISUAL, SYMBOLIC AND MATERIAL CULTURES

LINGUE STORIA CIVILTA' / LANGUAGES HISTORY CIVILIZATION

LINGUISTICA STORICA E COMPARATA / HISTORICAL AND COMPARATIVE LINGUISTICS

TEATRO (E NON SOLO) - THEATRE (AND NOT ONLY)

Testi, soggetti e ricerche di Antonio De Lisa - Texts, Subjects and Researches by Antonio De Lisa

TIAMAT

ARTE ARCHEOLOGIA ANTROPOLOGIA // ART ARCHAEOLOGY ANTHROPOLOGY

ORIENTALIA

ARTE E ARCHEOLOGIA / ART AND ARCHEOLOGY

ESTETICA ORGANICA- PER UNA TEORIA DELLE ARTI

ORGANIC AESTHETICS - FOR A THEORY OF THE ARTS

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Da Sonus a Lost Orpheus: Storia, Musiche, Concerti - History, Music, Concerts

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

SONUS LIVE

Sonus Online Music Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

ANTONIO DE LISA OFFICIAL SITE

Arte Teatro Musica Poesia - Art Theatre Music Poetry - Art Théâtre Musique Poésie

IN POESIA - IN POETRY - EN POESIE

IN POETRY - PHENOMENOLOGY OF LITERATURE

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: