Processo Ruby- Berlusconi nega tutto

L’arrivo di Silvio Berlusconi a Palazzo di Giustizia di Milano per l’udienza del processo Ruby del 19 ottobre 2012 (Newpress)

Il processo Ruby contro Silvio Berlusconi segna un’altra tappa. L’ex Premier  si è presentato in tribunale per il processo nell’ambito del quale è accusato di prostituzione minorile e concussione. Berlusconi era accompagnato da Maria Rosaria Rossi, parlamentare e assistente del Cavaliere.

Berlusconi ha letto una memoria in qualità di dichiarazione spontanea. Dichiarazioni spontanee sono le dichiarazioni che l’indagato rende di sua iniziativa senza che siano stimolate da domande o contestazioni degli inquirenti. Si tratta di un mezzo di autodifesa e di collaborazione spontanea, utilizzabile anche dall’indagato in vinculis e senza l’assistenza del difensore [v. art. 350, nt. ].

Il Dispositivo dell’art. 494 Codice di Procedura Penale recita:

1. Esaurita l’esposizione introduttiva, il presidente informa l’imputato che egli ha facoltà di rendere in ogni stato del dibattimento le dichiarazioni che ritiene opportune, purché esse si riferiscano all’oggetto dell’imputazione[492 2] e non intralcino l’istruzione dibattimentale. Se nel corso delle dichiarazioni l’imputato non si attiene all’oggetto dell’imputazione, il presidente lo ammonisce e, se l’imputato persiste, gli toglie la parola.

2. L’ausiliario[126] riproduce integralmente le dichiarazioni rese a norma del comma 1, salvo che il giudice disponga che il verbalesia redatto in forma riassuntiva[140].

Quindi l’imputato ha tutto l’agio di parlare leggendo la sua memoria difensiva. Se non incorre in vizi di forma può esporre per intero le sue argomentazioni senza le domande o le contestazioni dei giudici.

Venendo al merito del dibattimento, l’ex Premier ha esposto il suo punto di vista sui fatti per cui è indagato.

“L’espressione bunga bunga nasce da una battuta che ho ripetuto più volte e che è stata riportata anche dalla stampa”, ha assicurato Silvio Berlusconi.

“Non ho mai avuto alcun tipo di rapporto intimo con Ruby. Tutti avevamo l’assoluta convinzione che Ruby fosse maggiorenne, sia perché diceva che aveva 24 anni, sia per il suo aspetto fisico, sia per il suo modo di fare. Ruby disse che era di nazionalità egiziana e appartenente a una importante famiglia imparentata con Mubarak”.

Arriva poi l’episodio con la telefonata di Nicole Minetti a Berlusconi:”Mi disse che era minorenne e marocchina, la notizia mi lasciò di stucco, perché capii che si era costruita una seconda identità, forse per coprire la sua condizione miserevole”.

Lo ha raccontato Silvio Berlusconi nelle dichiarazioni spontanee al processo milanese sul caso Ruby. La vicenda di Ruby che si trovava in Questura a Milano sembrò a Silvio Berlusconi «come la vicenda del figlio di Gheddafi, trattenuto in Svizzera». Lo ha chiarito l’ex premier parlando al processo che lo vede imputato per concussione e prostituzione minorile: «Mubarak avrebbe potuto dire `tu mi avevi parlato di lei e permetti che venga oltraggiata´».

E sulla telefonata in cui, secondo l’accusa, Berlusconi si sarebbe reso colpevole di concussione:”La decisione di contattare la Questura di Milano mi fu suggerita dall’onorevole Valentino Valentini e da un caposcorta che diceva che poteva prendere contatti con un funzionario”.

Berlusconi, insomma, aveva come unico intento quello di evitare un incidente diplomatico con Mubarak e l’Egitto.

“Io non chiesi – ha raccontato Berlusconi – di affidare Ruby alla consigliera Minetti, ma dissi alla Minetti di andare in Questura solo per la sua identificazione e l’affido della ragazza mi era indifferente, tanto che non mi sono più occupato della sua vicenda”. A parte quando:”Il ragioniere Spinelli consegnò alcune migliaia di euro a Ruby dopo le sue insistenti richieste”.

«Questo processo – ha concluso Berlusconi-  è stata una mostruosa operazione di diffamazione per me e le mie amiche», ha dichiarato Berlusconi. «Nessuna delle mie ospiti, per quanto a mia conoscenza, poteva essere qualificata come una escort». E leggendo la parte finale della memoria  ha aggiunto: «Leggo che mi avete già condannato, spero però, che non sia così perché sarebbe una barbarie e significherebbe che l’Italia non è una democrazia».

Anche George Clooney ed Elisabetta Canalis sono stati chiamati a testimoniare in tribunale a Milano venerdì prossimo, 26 ottobre, per il processo Ruby. Entrambi infatti – come riferisce il Corriere della Sera- sono stati citati come testimoni dalla difesa dell’ex premier, che ha convocato come testi altre 14 persone, tra cui Barbara D’Urso. Era stata la stessa Ruby in un verbale in fase di indagini a raccontare ai pm di aver visto l’attore americano Clooney e la showgirl Canalis nel corso di una serata ad Arcore. Già a luglio 2010 George Clooney è stato a testimoniare nel Tribunale di Milano, per tutt’altra vicenda: era stata prodotta, a sua insaputa, una linea d’abbigliamento che portava il suo nome.

Il processo Ruby non andrà in prescrizione prima del 2019

Paola Severino, ministro della Giustizia, ha assicurato che il processo Ruby  non cadrà in prescrizione. C’è tempo fino al 2019, più di sei anni quindi per arrivare fino alla Cassazione. Un tempo più che sufficiente secondo il ministro Severino.



Categorie:A08- Cronaca giudiziaria

Tag:

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

SCIENZA E CULTURA - SCIENCE AND CULTURE

Lo stato dell'arte tra storia e ricerche contemporanee - State of the art: history and contemporary research

Antropologia del Teatro e della Musica - Theatre and Music Anthropology

Museo virtuale delle maschere e del teatro popolare

ORIENTALIA

Studi orientali - Études Orientales - Oriental Studies

NUOVA STORIA CULTURALE / NETWORK PHILOSOPHY

NUOVA STORIA CULTURALE / NEW CULTURAL HISTORY

TEATRO E RICERCA - THEATER AND RESEARCH

Sito di approfondimento e studio della Compagnia Lost Orpheus Teatro

LOST ORPHEUS ENSEMBLE

Modern Music Live BaND

Il Nautilus

Viaggio nella blogosfera della V As del Galilei di Potenza

Sonus- Materiali per la musica moderna e contemporanea

Aggiornamenti della Rivista "Sonus"- Updating Sonus Journal

The WordPress.com Blog

The latest news on WordPress.com and the WordPress community.

Antonio De Lisa - Scritture / Writings

Teatro Musica Poesia / Theater Music Poetry

In Poesia - Filosofia delle poetiche e dei linguaggi

Blog Journal and Archive diretto da Antonio De Lisa

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: